venerdì , 19 Luglio 2019
iten
Home » Vari » La mia esperienza con il servizio di cloud computing di Aruba

La mia esperienza con il servizio di cloud computing di Aruba

Ho usato per molti anni i servizi di VPS di GoDaddy. Non ho mai avuto problemi significativi, finché circa un anno e mezzo fa GoDaddy mi annuncia che il suo servizio di cloud computing sarebbe stato dismesso in 6 mesi. Panico e rabbia. A quel tempo imperversava in TV la pubblicità della nuova piattaforma di cloud di Aruba. Ricordo ancora benissimo il "WOW" del personaggio animato.

Spinto dalla curiosità, e dalla rabbia verso GoDaddy, decido di provare. Mi iscrivo, ricevo pure 10€ di credito, e metto su un server Ubuntu 12.X tra le tante immagini disponibili. Metto un po' di RAM, un processore e 20GB di disco. In fondo, non mi servono grandi risorse. Il costo della proiezione mensile è meno di 30€. Rispetto a quanto pagassi con GoDaddy mi dico che in fondo non è male. Scelgo il datacenter di Arezzo tra quelli disponibili per creare il server, e scelgo il "top di gamma" (era il tipo VMWare, ora non ricordo il nome - adesso si chiama semplicemente Cloud Server PRO) per essere sicuro al 100% delle performance.

Per circa 8 mesi à andato sostanzialmente tutto bene. Il server andava bene, raramente aveva qualche lieve impuntamento. Ero insomma soddisfatto. Diciamocela subito che tutta la flessibilità della piattaforma a me non è che servisse. Il discorso del "consumo" vale solo se stai lì a spegnere/accendere server frequentemente.

Dopo però quegli 8 mesi idilliaci sono cominciati i problemi. Inizialmente si trattava di buchi di qualche minuto. Quando riuscivo ad accedere al server (via SSH), vedevo che la macchina era al 90% in WA (Waiting I/O), ossia il disco aveva qualche problema di latenza. Tipicamente 3-5 minuti e il problema rientrava. Allora decisi di aumentare un po' la RAM, per far si che il caching mi aiutasse in queste situazioni.

Purtroppo, man mano, questi buchi sono diventati sempre più frequenti e soprattutto lunghi. Ad un certo punto mi sono visto recapitare negli Strumenti per Webmaster la notifica che alcuni dei miei siti non erano raggiungibili. E qua la cosa si fa seria, perché se il signor Google ti declassa sono "uccelli per diabetici", come disse qualcuno. Negli ultimi 20gg la situazione è diventata drammatica: in un weekend ho avuto un buco di 3 ore, durante il quale per visualizzare una pagina PHP occorrevano anche 10 minuti. La cosa non poteva andare oltre. Ed ho preso un server dedicato ed ho migrato tutto.

A conti fatti, inoltre, questa piattaforma non conviene neanche da un punto di vista economico, a meno di non avere esigenze di molti server spenti e accesi all'occorrenza. Per un server virtuale con 1 core Xeon garantito, 3GB di RAM e 20GB di disco si spendono 32€ al mese. Io ho preso un server dedicato con Xeon 3.2Ghz 8 core, 16GB di RAM e 1TB di disco in RAID 0,1 per €59,00 al mese. Il paragone NON regge proprio. E secondo me i server dedicati di fascia bassa di Aruba (quelli Atom per capirci) hanno performance migliori della loro piattaforma di cloud.

Insomma, a meno di forti motivi per scegliere la soluzione di Cloud, molto ma molto meglio un server a ferro tutto vostro che vi gestite come vi pare.

Just my two cents.


Check Also

Come scaricare Mac OSX Lion dall'App Store

Posseggo un vecchio MacBook Pro del 2007, che tutto sommato va ancora bene. Ho su SnowLeopard …

12 comments

  1. Ciao,
    sono perfettamente d'accordo con te e come te anch'io ho dovuto sbatterci la testa. Aruba secondo me è leader incontrastato in Italia per shared hosting dove propone un servizio ad un ottimo rapporto qualità/prezzo. Per tutto il resto meglio affidarsi a provider come siteground. I costi sono più alti ma la qualità e l'assistenza sono ottimi!

  2. Anche io ho fatto la brutta esperienza del cloud con Auba e posso confermare che l'hosting condiviso funziona meglio...è più performante soprattutto considerando il prezzo dell'uno e dell'altro.
    Inoltre ho il forte sospetto (di cui a breve troverò conferma) che mi abbiano inserito in ben 2 siti un file index.html che destabilizzava (ma soprattutto rallentava iin modo estenuante) la visualizzazione degli stessi. Ho passato notti insonni a cercare di capire quale fosse il problema. Contattata l'assistenza (divenuta pessima negli ultimi tempi) hanno suggerito di aumentare la ram e le cpu....bene, per rendere il sito appena accettabile avrei dovuto spendere 80€ al mese!!!. Ho pagato queste cifre per qualche giorno, dopodichè ho trasferito il sito su SiteGround...un altro mondo davvero!!

  3. Ciao,
    condivido buona parte di quanto hai scritto anche per esperienza diretta.
    Ho attivato nell'ordine:
    1 Cloud server PRO Hyper-V : ed ho riscontrato delle scarse performance sullo storage
    1 Cloud server PRO WMware : con performance sullo storage migliori del precedente

    Alla fine ho attivato un Cloud Server Smart XL e le cose sono cambiate notevolmente.
    Le performance dello storage stanno su un altro piano e sono a livello degli SSD.
    Attualmente ci gira sopra http://www.shoppalo.it un motore di ricerca per lo shopping che aggrega giornalmente milioni di prodotti e come è possibile immaginare richiede uno sforzo importante allo storage sia nelle aggregazioni che nelle ricerche.
    Detto questo il Cloud Server Pro permette di creare delle infrastrutture: un classico caso potrebbe essere IP pubblico collegato a VM Linux che funge da firewall, collegato a sua volta alla VM che funge da Web Server, collegata alla VM che funge da DB Server.

    Il server Cloud PRO "garantisce" (stando a quanto affermano quelli di ARUBA) un sistema totalmente ridondato e resiliente.
    La comparazione del server dedicato in termini di affidabilità la si può fare col Cloud Server Smart ma quel 1TB di disco in RAID 0,1 dubito che abbia le stesse performance di quello del Cloud Smart. Immagino sia un SATA 7.200 RPM giusto?

    • Ciao,
      si esatto: il disco del dedicato è un SATA 7.2k. Ma è anche vero che io ho preso il modello più "basic" dei dedicati.

      Può darsi pure che nel frattempo Aruba ha migliorato la situazione, ma ti garantisco che rispetto al cloud VMWare che avevo prima il dedicato è un altro pianeta.

      • Ciao,
        un'altra cosa che nel cloud non va per niente bene è il concetto di CPU.

        Quelle che vengono chiamate CPU non sono nemmeno i core dei processori bensì i core virtuali.

        Banalmente una CPU reale a 8 core con Hyper Threading (per esempio lo Xeon) corrisponde in ambiente cloud a 16 CPU.

  4. Buongiorno,
    Mi occupo di sviluppo software. In base alle esperienze già vissute da voi vorrei chiedere un consiglio, se possibile. Abbiamo creato dei software con database mysql che vorremmo gestire su una VPS (solo il db, il software è un exe in locale), abbiamo provato i server smart di Aruba con un semplice template centos con mysql. La velocità di risposta è buona ma capitano momenti in cui ci sono impuntamenti per cui il ritardo nella risposta alle query può arrivare anche 5/10 secondi. Secondo voi è normale ? Con un server PRO avrei garanzia del 50% delle risorse CPU acquistate se l'hypervisor è hyper-v , quindi potrei risolvere ?

    Grazie se mi darete un consiglio
    Salvio

    • Carmine Noviello

      Salve,
      è lo stesso identico problema che ho avuto io e che alla fine mi ha spinto a passare ad un server dedicato fisico. La causa di questo è lo storage dei sistemi cloud di aruba, che spesso e volentieri introduce delle latenze di I/O non accettabili. E nel mio caso, avevo un server Hyper-V, quindi il problema non si risolve.

      L'unica alternativa è un server dedicato, che a conti fatti costa pure meno.

      • Grazie della risposta celere, mi hai risolto un quesito importante. Se non ti dispiace puoi darmi maggiori particolari del server con cui hai risolto ? Modello, costo, etc.
        sempre da Aruba l'hai preso ?
        Aruba ha anche modelli dedicati da19 euro mensili, credi che potrebbe andar bene ?

        Grazie ancora !

        • Carmine Noviello

          Alla fine per non sbagliare ho preso un server dedicato della linea standard di aruba:

          https://serverdedicati.aruba.it/server-dedicati/standard/

          Ma alla fine è sovradimensionato per le mie esigenze. Anche uno basic è meglio dei cloud, secondo me. Va capito questo DB che hai quante risorse occupa. Ma dato che l'hai realizzato in MySQL, secondo me grandi esigenze non ti servono.

          • i db non superano i 20/30 mb e in effetti non credo sia necessario un server standard, anche questo potrebbe andar bene: https://serverdedicati.aruba.it/server-dedicati/basic/

            Tu non hai più avuto nessun problema da quando utilizzi il server dedicato ?

            La mi aunica esigenza è avere sempre una connessione reattiva. In termini di connettività, quest'ultima è garantita ?

          • Carmine Noviello

            No, io non ho mai avuto più problemi. Il server è sempre scarico (ci girano una decina di siti web a basso traffico), e la connessione Aruba non mi ha mai dato problemi di sorta (tranne quando ebbero l'incendio due anni fa, ma quello è un caso particolare).

Rispondi a Carmine Noviello Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.